Connect
MEIGS FIELD, L'AEROPORTO DOVE SONO NATI VIRTUALMENTE I PILOTI DEGLI ANNI '70

Nella notte del 31 marzo 2003, su ordine del sindaco di Chicago Richard Daley, una squadra di operai alla guida di scavatrici devasta con delle enormi buche a forma di X la pista dell'aeroporto di Meigs Field, uno dei più caratteristici al mondo.

AOPA si muove, immediatamente, per cercare di contrastare l'insensata politica dell'amministratore della città, ma pur avendo dalla sua parte tutti gli appassionati di aviazione e piloti della nazione e un gran numero di piloti, nati negli anni '60 e '70 e cresciuti virtualmente, grazie a Flight Simulator su quel campo di aviazione, il risultato è la più totale sconfitta e la trasformazione dell'isola a est di Chicago in un deserto di rovi.

I tentativi di AOPA sono stati innumerevoli. Oltre a interessare la Federal Aviation Administration, ha portato avanti azioni di lobby tra i membri del congresso, fino al tentativo di acquisire l'intera area per circa 40 milioni di dollari. Non si è capito bene perché il sindaco Daley fosse così contrario all'aeroporto, si pensa che volesse farne un area con un Casinò oppure più semplicemente sua moglie fosse molto infastidita dal rumore degli aerei in atterraggio e in decollo. Non è mai stato chiarito.

Quello che è certo che la città di Chicago ha perso una struttura fondamentale per il business di tutti i giorni e una base di elisoccorso in caso di incidenti o calamità naturali.
Questo è quello che avviene quando persone incompetenti amministrano il bene pubblico, una perdita e una rovina difficili da rimediare e ricostruire.

#aviazione #meigsfield #aeroporti #aerogazette #chicago